Ruota il dispositivo per accedere correttamente ai contenuti del sito.

News

BORSE DI STUDIO ED ECCELLENZE LOCALI

Un robot per salvare vite umane: è questo il progetto premiato da Banca Alto Vicentino che individua altri 42 giovani talenti del territorio

Un anno di grandi prospettive e di ottimi risultati. E’ quanto congeda Banca Alto Vicentino nella cerimonia che mette al centro del palcoscenico i giovani talenti di casa. Un’occasione ritagliata dalla Banca per parlare di merito, ma anche per presentare un progetto maturato all’Istituto ITIS De Pretto di Schio a cura di 4 studenti dell’ex classe 5D, assunto a modello di un impegno del territorio a cura di giovani talentuosi.
Gabriele Dalla Via, Matteo Meneghini, Florian Covaci Rares e Davide Lora, invitati come ospiti all’evento, hanno ideato e costruito un robot capace di individuare le vittime di un terremoto sotto le macerie grazie ad un sofisticato sistema. I quattro giovani sono risultati vincitori della IX edizione del Campionato Nazionale Robocup Junior, categoria Rescue Maze (robot specializzati in operazioni umanitarie) svoltosi a Foligno nel maggio scorso. Il robot è stato poi presentato ai campionati mondiali di robotica di Nagoya in Giappone dove il progetto ha ottenuto il 4° posto assoluto.
“Gli inventori hanno dimostrato ai loro coetanei quanto sia fondamentale impegnarsi in progetti importanti- ha commentato il Presidente di Banca Alto Vicentino, Domenico Drago. L’impegno, la fatica, l’abilità e il coraggio sono ingredienti imprescindibili del successo nel lavoro e nella vita. Anche la capacità di mettersi in gioco e di lavorare su sentieri impegnativi, soprattutto all’estero, in una prima fase di ricerca di esperienza, può portare a grandi risultati in tempi successivi. Non dimentichiamo- ha detto il Presidente- che i nostri giovani hanno la fortuna di vivere in un territorio dinamico, che nel tempo sa offrire opportunità e futuro”.
I giovani inventori erano accompagnati dagli insegnanti Roberto Cortiana, Giuseppe Tomiello, Dario Marchiorato e dalla Vice-Preside dell’Istituto Barbara Scapin. A ciascun ragazzo quale riconoscimento per il talento e l’impegno dimostrati è stata assegnata da Banca Alto Vicentino una borsa di studio di 500 euro.
Presente anche il Sindaco di Schio, Walter Orsi, che ha sottolineato l’importanza dell’iniziativa della BCC a sostegno dei giovani e soprattutto delle eccellenze locali.
Complessivamente 42 gli studenti premiati. Tredici borse di studio da 200 euro sono state assegnate a Marta Baldisserotto, Nicola Bocconcello, Filippo Collareda, Silvia Dal Castello, Riccardo Dall’Alba, Tobia De Rosso, Matteo Fontana, Deborah Forte, Gianluca Munari, Giorgia Nassi, Giovanni Raumer, Michele Rossato, Giorgia Tura per diplomi di maturità tutti con votazione pari o superiore a 85/100. Altre 10 borse di studio da 250 euro per laurea triennale sono state consegnate a Elias Bertoldo, Laura Boschiroli, Luca Filippi, Federico Fiori, Marco Frigo, Marianna Mazzucco, Ilaria Pergher, Luca Rossato, Marianna Stella, Michele Tedesco.
Infine Banca Alto Vicentino ha valorizzato 19 laureati con laurea magistrale, stanziando borse di studio di 500 euro ciascuna a Dario Anzolin, Beatrice Bianchi, Martina Berto, Elia Bertoldo, Danilo Canale, Giulia Dal Molin, Giacomo Frigo, Gilberto Grassi, Massimo Leonardi, Lucia Piazza, Giulio Pietrobelli, Samuele Pozzacchio, Riccardo Raumer, Serena Rela, Michela Ronda, Davide Scapin, Chiara Todesco, Filippo Zambon, Irene Zecchinati.

Premi qui per vedere la presentazione della cerimonia